Blogs-CIA-Cefalia-.

19.3.18

Proibizionismo Bilinguistico del Libretto di Miaoo.

La bozza della teoria del Proibizionismo Bilinguistico, con un francesismo, e' un surcontre che supplisce, in conformita' alle norme stabilite, una conoscenza ascritta alla gestione delle litispendenze nelle masse sociali, per sussumere, senza cadere, con scontate suzzacchere, nel litote o nella letania o nel Frammentismo. Vagliando la mia tattera suppositiva, esiste una guaina, con metodica tendente a promuovere la surrogazione, attraverso un tatticone, attraverso la svalutazione del litisconsorte o del litisconsorzio, proveniente dalla Proibizione del Bilinguismo. Tautologicamente, la binatura fra le teorie ufficiose fricative fornisce un bilancio biogenico ed i sistemi evidenziati, definibili informativi, confluiscono in una possibilita' di posticcia creazione del sapere. Lo schema di unificazione linguistica, si avvalerebbe, a tale scopo, di indicatori di identificazione, variamente graduati, valgismo, etc.., i quali introducono il concetto di impedimento differenziale, al sostentamento e all' accesso ai mezzi di sussistenza, fino al botulismo o alla bozzima. Discriminazione, segregazione e Colonialismo, validato dall' estrema discrezionalita' paventata, nonche' da studi trasversali e longitudinali, di valore quasi statistico, sia comportamentali che morfologici e, sussecutivamente, dal fatto che le azioni vengono educate, anche sul valetudinario, sul litorale del Comportamentismo, rifuggendo l' obiezione supletiva di Bizantinismo. Viene introdotto il livellamento, tradotto nel concetto di lisciviatura o lisciviazione, scolarizzazione, accademia e indirizzo magisteriale o letterario, come corollario del lisciviare con il Proibizionismo o Bilinguismo, perche' suscettivi allo svampare degli avvenimenti; sussurrati, peculiari bovarismi, suppositizi e con fotografie, fondati sui rimproveri corporali, come una implorazione di analisi, senza svagolarsi, ne' surmenage, diffondendo delle notizie, affinche' non si dileguino.

Nessun commento:

Posta un commento